Il nuovo Piano Transizione 4.0: novità e incentivi per le PMI

Il nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0 è uno dei mattoni su cui si fonda il Recovery Fund italiano. Va a sostituire i precedenti Impresa 4.0 e Industry 4.0, rappresentando di fatto il nuovo indirizzo di politica industriale del nostro Paese.

L’investimento consiste in circa 24 miliardi di Euro, per una misura che diventa strutturale e che vede il potenziamento di tutte le aliquote di detrazione e un importante anticipo dei tempi di fruizione.

Il nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0 consiste in un’unica misura, con aliquote differenti per diverse categorie di beni. Il nuovo credito di imposta previsto sostituisce, dal 2020, le misure disponibili negli anni precedenti , tra cui iperammortamento e superammortamento.

In sostituzione dell’iperammortamento, per gli imprenditori infatti è disponibile il credito di imposta per beni 4.0: al 50% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro, al 30% per investimenti tra 2,5 milioni e 10 milioni di euro.

Nell’idea del legislatore, il nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0 vuole essere una misura più inclusiva e attenta alla sostenibilità.

Le principali azioni del nuovo Piano Transizione 4.0

  • Credito d’imposta per investimenti in beni strumentali
    Supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi destinati a strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato.
  • Credito d’imposta ricerca, sviluppo, innovazione e design
    Stimolare la spesa privata in Ricerca, Sviluppo e Innovazione tecnologica per sostenere la competitività delle imprese e favorire i processi di transizione digitale e nell’ambito dell’economia circolare e della sostenibilità ambientale.
  • Credito d’imposta formazione 4.0
    Stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione del personale sulle materie aventi ad oggetto le tecnologie rilevanti per la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese.

L’intento del nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0 è quello di stimolare gli investimenti privati e dare stabilità e certezze alle PMI con misure che hanno effetto da 2020 a giugno 2023.

Oltre a garantire un maggiore accesso alle risorse, nel Piano è stato potenziato l’incentivo per acquisto di software, incrementandone l’intensità per l’acquisto di beni immateriali ed eliminando il vincolo d’investimento con i beni materiali.

Sono state inoltre introdotte anche piccole compensazioni (10%) sempre in credito di imposta per investimento in beni immateriali non strettamente connessi all’industria, come ad esempio il software gestionale.

Soprattutto, il Piano Transizione 4.0 è caratterizzato da una forte attenzione all’innovazione, agli investimenti green e alle attività di design e ideazione estetica svolte dalle imprese operanti nei settori tessile e moda, calzaturiero, occhialeria, orafo, mobile e arredo e della ceramica. Il tutto per valorizzare ulteriormente le produzioni del nostro Made in Italy.

Nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0: opportunità per le PMI

Il nuovo progetto Transizione 4.0 prevede, in sostanza, misure pluriennali per favorire la pianificazione delle strategie di investimento delle imprese. Introduce significativi potenziamenti sia in termini di aliquote e massimali delle agevolazioni, sia in termini di semplificazione e accelerazione delle procedure di erogazione del vantaggio fiscale.

L’estensione degli investimenti agevolabili, che a partire dal 2021 includono un bacino più ampio di beni strumentali immateriali e meccanismi semplificati e accelerati di compensazione dei benefici maturati per le aziende con fatturato annuo inferiore ai 5 milioni di euro, dovrebbe consentire il coinvolgimento maggiore delle piccole imprese che storicamente devono colmare un divario in termini di digitalizzazione di base.

La fruibilità immediata del credito, ovviando alle note carenze di liquidità, potrebbe così favorire maggiori investimenti da parte delle PMI. Questo rappresenta un’ottima opportunità di crescita e stabilità per tutte le imprese italiane.

Le soluzioni smart Industry 4.0 di OSItalia: https://ositalia.com/industry-4-0-soluzioni-smart/